La solidarietà è una parola senza tempo.
È UN VALORE ETERNO.

Chi Siamo

Il Fondo di Solidarietà fra dipendenti di Enti Pubblici operanti nell’ambito della Regione Liguria (in origine si chiamava Cassa Mutua dipendenti comunali) è nato nel 1993, con atto notarile e con la partecipazione attiva dell’allora Sindaco Claudio Burlando.

E’ costituito attualmente da 1300 soci, in attività di servizio e in quiescenza, che versano mensilmente una quota volontaria pro-capite. I soci in attività di servizio appartengono al Comune di Genova, all’Autorità Portuale, all’Asef, Aster e Servizi Ecologici del Porto.

Tali quote vengono versate su apposito conto corrente aperto presso la Carige, che fa da Tesoriere dell’Associazione. Da suddetto conto vengono prelevati i fondi necessari per aiutare chi ne ha necessità, secondo quanto previsto dallo Statuto. Beneficiari sono, in primis, i soci ma non sono esclusi anche interventi (in casi particolari di bisogno) a favore di non soci o enti no profit. Questo secondo tipo di interventi è limitato entro una cifra massima annua stabilita dal Consiglio di Amministrazione.

Il bilancio annuale della gestione è pubblico e viene portato in approvazione, dopo l’esame del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, in Assemblea indetta generalmente nel mese di novembre dell’anno successivo a quello cui il rendiconto di riferisce.

Il Consiglio si riunisce mensilmente e stabilisce le linee di indirizzo per l’attività delle Commissioni e decide gli interventi di carattere straordinario. Gli interventi (di solidarietà, per cure e protesi, per quote di interessi su specialprestiti) mirano ad aiutare chi si trova in stato di grave difficoltà fisica, morale, economica, etc.
Hanno lo scopo di consentire il superamento dei momenti di crisi, dopo i quali gli assistiti possono proseguire con le loro forze. Oppure di alleviare, almeno temporaneamente, gravi problemi contingenti senza sbocchi visibili. L’aiuto non consiste solo in un aiuto economico ma anche in un servizio di consulenza medica, psicologica, legale, etc. Tutto attraverso una serie di strutture e professionisti convenzionati con il Fondo. D’altra parte avvicinando chi è in difficoltà, il Fondo di Solidarietà non fornisce solo un aiuto materiale ma fa capire che c’è anche qualcuno che cerca di aiutare chi fa fatica a vivere.

Vogliamo ricordare che la solidarietà è una parola senza tempo, un valore eterno. La sua intensità è legata alla qualità di vita delle persone. In tempi difficili sboccia d’incanto anche nelle situazioni più improbabili. Nei tempi di “buona” sembra volatilizzarsi, evaporare nell’aria e anche quando c’è sembra anestetizzata o narcotizzata. Un fantasma.

Eppure c’è n’è sempre bisogno, soprattutto ai giorni nostri in cui la logica del consumismo più esasperato, della fretta esasperata, del guadagno immediato e a ogni costo, dell’assioma “più ho e più sono” sta dominando su ogni altro valore.